A Montmartre seguendo un pappagallo – Ultima puntata

Riportano le guide che solo la mattina alle 5, quando gli spazzini puliscono le strade, Montmartre è vuota, e non è solo il turismo di oggi, sembra che già settant’anni fa fosse così, ma la pioggia di questa tardo pomeriggio di agosto deve aver scatenato il fuggi fuggi generale e Montmartre ormai alle prime ombre della sera senza quasi più nessuno per le strade è bellissima.

Noi attraversiamo Place du Tertre troppo turistica per i nostri gusti e torniamo in una piazzetta un po’ defilata dove il giorno prima un funambolo aveva tirato il suo filo da un lato della piazza fino ad un albero e con la faccia divisa in due dal trucco, mezza bianca e mezza nera, ci ballava sopra completamente a proprio agio, e dove avevamo visto un bel ristorantino con i tavolini all’aperto, e lì ci fermiamo a cena.

funanbolo a montmartre

Fuori è tutto bagnato ma dentro ci accoglie un giovane che sembra Arsenio Lupin dalla faccia a furetto, furba e molto parigina. Sui muri le foto del locale a fine ottocento ci riportano indietro nel tempo a quando il quartiere era il centro della vita notturna parigina, al Lapin Agile si tenevano gli spettacoli di cabaret più famosi della città e gli artisti come Picasso, Modigliani e Toulouse-Loutrec si erano trasferiti in quello che allora era solo un villaggio con tante vigne, dove gli affitti erano meno cari e le modelle posavano per loro.

interno ristorante a montmartre

Alla fine della cena chiedo ad Arsenio Lupin una tovaglietta di carta da portare a casa come ricordo e lui me ne arrotola tre, eccola è questa:

tovaglietta-chez-plumeau

La nostra “minimal” avventura è arrivata al termine. I compiti delle vacanze estive, il libro “Il Teorema del pappagallo” con il suo mistero e giallo matematico, la ricerca di una via di Montmartre, Rue Ravignan, e della libreria del racconto, ci hanno portato fin qui, una sera d’estate sotto la pioggia nella magica atmosfera d’altri tempi di questo quartiere che di storie da raccontare ne ha davvero tante. Grazie per averci seguito.

Ah… dimenticavo! Infine inserisco una delle slide della relazione di mia figlia che a settembre ha presentato a scuola… niente male però, che ne dite, valeva la faticata!

slide su Il teorema del pappagallo

Per chi avesse perso le puntate precedenti potete trovarle qui:

A Montmartre seguendo un pappagallo

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

Creato su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: