Minimal globetrotter nasce, in prima battuta, come un libro di avventure e disavventure di un coppia in viaggio per l’Europa, e raccoglie le storie dei nostri primi “Grand tour” quando viaggiare voleva dire passare i primi tre giorni a litigare e il resto a discutere animatamente, per poi scoprire quanto il mondo (e anche il nostro rapporto) fosse bellissimo. Il libro è al vaglio degli editori e spero che lo possiate leggere presto.

Scrivere e viaggiare sono da sempre le mie due grandi passioni, dopo naturalmente mio marito e mia figlia. Per poter scrivere di viaggi sono diventata giornalista, ma poi avevo dimenticato tutto e per oltre dieci anni mi sono fatta irretire dalla cronaca, fino a che non ho capito che volevo raccontare d’altro.

Mio marito è da sempre il fotografo ufficiale dei nostri viaggi e quindi le foto sono sue, anche se qualche volta potrebbe impegnarsi di più.

Se prima a litigare eravamo in due adesso si è aggiunta anche nostra figlia, che come tutti i dodicenni è ricalcitrante e ci segue “a onco”.

Cosa dire di più, odio chi fa copia incolla, tutto quello che scrivo è originale e frutto della nostra esperienza diretta. Perché minimal? Perché le nostre storie sono le storie di tutti e anche perché mi piace ascoltare la gente che incontro e dare voce anche alle loro di storie.

Così, anche voi, se avete delle storie belle da raccontare, di luoghi, di gente, di attività, di antichi saperi, potete contattarci. Vi aspettiamo.